anibis.ch

Flamatt, 16 ottobre 2015

Ecco come abita la Svizzera: il nuovo lusso è usato

Sondaggio di anibis.ch, il più grande marketplace gratuito online in Svizzera.

Appartamento nuovo, mobili nuovi? Niente affatto: in fatto di arredamento gli svizzeri amano gli oggetti con una storia, i pezzi d’antiquariato e i pezzi unici. L’86% trova l’arredamento di seconda mano chic, super pratico e originale. Sono questi i risultati di un sondaggio di anibis.ch, la piattaforma online di annunci gratis leader in Svizzera.

Chi acquista mobili di seconda mano su Internet, è in linea con la tendenza del momento. Un sondaggio* di anibis.ch mostra l’interesse e la passione degli svizzeri per gli oggetti con una storia alle spalle: quasi un quarto degli intervistati ha arredato la maggior parte della propria abitazione con oggetti usati. Il 64% è ricorso a mobili di seconda mano per arredare almeno una parte della casa. Da qualche tempo non si tratta più di una questione di risparmio. Un terzo degli intervistati ha ammesso di aver acquistato mobili di seconda mano perché sono interessanti o perché non esistono più in versione nuova. L’86% dei partecipanti, addirittura, trova l’usato chic, super pratico o originale. Per il 15% degli intervistati dietro l’acquisto di un oggetto usato si nascondono ragioni ecologiche.

 

I mobili di seconda mano rappresentano sempre più un buon investimento. “Per un pezzo di arredamento vintage degli anni Cinquanta gli appassionati sono pronti a pagare diverse centinaia di franchi”, spiega Patrik Hagi, direttore di anibis.ch. “Nell’era della superficialità e del consumismo effimero, gli oggetti con un passato assumono un significato del tutto diverso e un nuovo valore.”

 

Il sondaggio rivela che, per molti, “usato” è sinonimo di creatività, sostenibilità e omaggio alla longevità, una questione di lifestyle.

 

I marketplace gratuiti sul web contribuiscono allo sviluppo di questa tendenza. Un quinto degli intervistati ha acquistato i propri mobili usati online. L’offerta disponibile in pochi clic non è mai stata così ampia: solo su anibis.ch ci sono attualmente oltre 740’000 annunci, e ogni giorno ne vengono registrati o aggiornati circa 25’000. Una gran parte offre articoli di uso quotidiano: particolarmente amata è la categoria “Casa e accessori”.

 

* Sondaggio su anibis.ch dal 28.8 al 21.9.2015 con 1060 partecipanti di età compresa tra i 18 e i 70 anni.

 


 

I risultati del sondaggio nel dettaglio

       

Cosa ne pensa dei mobili di seconda mano?

Li trovo chic

 

22,4%

Li trovo super pratici

 

36,1%

Sono originali

 

28,8%

Spesso non si adattano all’arredamento esistente

 

6,4%

Hanno un aspetto trasandato

 

2,0%

Hanno un odore sgradevole

 

 2,1%

Non se ne parla neanche

 

 2,3%

     
     

Quanto del Suo arredo è nuovo e quanto è di seconda mano?

Ho solo oggetti nuovi

 

11,8%

Una piccola parte del mio arredo è di seconda mano

 

40,4%

Circa la metà è usato, e l’altra nuovo

 

24,0%

Piu’ della metà è di seconda mano

 

18,8%

Ho solo oggetti usati

 

5,1%

     

Da dove provengono i Suoi oggetti usati?

Sono dei regali

 

14,6%

Li ho acquistati dai rigattieri

 

20,2%

Li ho acquistati ai mercatini delle pulci

 

12,4%

Li ho acquistati nei negozi di antiquariato

 

5,2%

Li ho acquistati online

 

20,1%

Li ho ereditati

 

14,3%

Li ho ricevuti dal precedente inquilino

 

4,5%

Li ho acquistati da amici

 

6,1%

Altro

 

2,5%

 

 

 

 

 

 

Quando acquisto oggetti di seconda mano, lo faccio...

per risparmiare

 

27,0%

perché le cose nuove sono monotone

 

8,2%

perché cosi facendo proteggo l’ambiente

 

15,4%

perché gli oggetto nuovi non esistono

 

16,8%

perché la scelta è più ampia

 

5,7%

perché li trovo interessanti

 

20,9%

perché così non devo preoccuparmi troppo

 

3,0%

Non compro oggetti di seconda mano

 

0,6%

Altro

 

2,4%

     
     

Quale oggetto non vorrebbe mai di seconda mano?

Divano

 

7,8%

Poltrone e sedie

 

2,8%

Armadio

 

1,4%

Materasso

 

29,1%

Cuscini e coperte

 

23,1%

Grill

 

4,8%

Stoviglie

 

5,3%

Pentole, padelle e utensili da cucina

 

9,5%

Mobili e arredamento da bagno

 

5,2%

Aspirapolvere

 

9,1%

Altro

 

2,0%

Scarica comunicato stampa come:

Scarica PDF Scarica immagini (zip) Stampa